La lezione di Riccardo Di Fiore

(Thomas Storgato – Foto di Andrea Varosi)

Per questa stagione sportiva la sezione di Castelfranco Veneto ha avuto l’onore di avere, come ospite “sorteggiato”, il Componente della Commissione Arbitri Nazionale di Serie B, Riccardo Di Fiore. Pertanto, lunedì 18 novembre si è svolta la Riunione Tecnica Obbligatoria con protagonista il dirigente aostano. Dopo i consueti quiz tecnici e un breve video di presentazione a cura del responsabile Francesco Serena, Di Fiore ha confessato di sentirsi come a casa, perché la lingua parlata è la stessa in tutte le sezioni d’Italia; Riccardo ha invitato a porsi sempre degli obbiettivi, non solo all’interno dell’Associazione Italiana Arbitri, ma anche nella famiglia, nel lavoro, nella scuola, etc..
Con un piccolo gioco l’ex assistente internazionale è riuscito a coinvolgere tutti i presenti e far sí che ognuno mettesse del proprio per la riuscita: alla fine ne è risultata una grande “torta” composta dai vari ingredienti che ciascuno mette all’interno dell’Aia. La finalità è quella di restituire sempre qualcosa, anche di piccolo: c’è chi lo fa facendo il consigliere, una lezione del corso arbitri oppure semplicemente andando a vedere un giovane arbitro. Ognuno ha il proprio modo!
La seconda parte è vertita sulla collaborazione arbitro-assistenti, sulla comunicazione tra le parti e sulla gestione degli episodi che in una gara devono trovare arbitri ed assistenti in piena sintonia. La soluzione a ciò, è creare il più possibile il concetto di squadra che va dalla telefonata conoscitiva, al briefing pre-partita, poiché una volta in campo si sia già costruita quella fiducia necessaria per una buona riuscita del team working.
Riccardo infine ha concluso con un suo interessante aneddoto riguardante la sua esperienza arbitrale trasportata nell’ambito lavorativo-sociale dove si è trovato nelle condizioni di dover fare da “arbitro” pure tra i tossicodipendenti; un’esperienza che lo ha formato ancor di più di quelle vissute in campo!
Dopo le consuete domande e curiosità, il presidente ha comunicato gli esordi e disposizioni varie e la serata si è conclusa in convivialità.

Di Fiore durante la riunione