Arbitri Castellani pronti alla “volata finale”

Mercoledì 2 maggio, dopo aver svolto i test atletici presso il polo atletico di Castelfranco Veneto, i convocati al Raduno Play Off/Out si sono trovati nei locali sezionali per discutere ed approfondire alcuni aspetti fondamentali per lo svolgimento di queste ultime partite.

Il relatore nella prima parte della riunione è stato il Componente del Comitato Regionale Arbitri Stefano Tomasi, che ha affrontato l’aspetto pre-gara e la collaborazione tra l’arbitro e gli assistenti ufficiali. Si è parlato di tutti gli accorgimenti da fare prima di iniziare la partita, dal ritrovo con gli assistenti al controllo delle maglie e del campo per finire con il briefing della terna arbitrale.

Si sono espressi concetti conosciuti, ma sono stati approfonditi  in modo minuzioso, soprattutto l’importanza della concentrazione dell’arbitro e della terna in generale, aspetto che può sembrare banale ma che spesso viene sottovalutato. Per molti queste saranno le prime partite con gli assistenti ufficiali, pertanto si è ribadito il ruolo dell’arbitro come capo-terna e come tale le decisioni finali spettano a lui ,e che la figura dell’assistente è un ulteriore aiuto che può essere utilizzato durante la gara, ma non per questo la sua figura deve venir meno. Sono state date delle linee guida sugli aspetti da affrontare nel briefing, essendo anch’esso una novità per i giovani arbitri che andranno a dirigere le gare più delicate dell’anno. Nella parte finale della riunione, con la partecipazione di Gregorio Mason e del Presidente Giambattista Pivato sono stati analizzati i risultati dei test atletici, le presenze agli allenamenti, alle Riunioni Tecniche Obbligatorie, ai raduni, ma anche le indisponibilità e i rifiuti e più in generale l’andamento della stagione di ogni arbitro.  Tutto questo è servito a ricordare che per avere ambizione e proseguire nella corsa alla propria “Serie A” sono necessari impegno, serietà e correttezza. (M. Bragagnolo- Foto A. Varosi)